Il tritatutto è un elettrodomestico che si è diffuso tantissimo nelle cucine italiane negli ultimi anni. È uno strumento tanto semplice quanto utile che ha come scopo fondamentale aiutarci a tritare oppure macinare pesce, carne, verdure, frutta, formaggio, pane e chi più ne ha più ne metta. Questo tipo di dispositivo è generalmente dotato di lame in acciaio inox con una struttura sottile, progettate appunto per eseguire al meglio l’operazione della macinazione o tritatura. In alcuni casi i tritatutto sono dotati di una pressa e di un pestello.

Il tritatutto non deve essere confuso con la centrifuga. Rispetto al secondo elettrodomestico, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sulla centrifuga, il tritatutto infatti riesce a macinare il caffè, tritare le spezie, il pesce, la carne, il pane e il formaggio.
La centrifuga, invece, permette di ottenere succhi dalla frutta.

La potenza di un tritatutto può variare dai 100 ai 1000 watt, in genere siamo intorno ai 400 per modelli di fascia media.Possono essere dotati o meno dei sistemi di sicurezza e sono lavabili tranquillamente in lavastoviglie.

I principali produttori di tritatutto a livello mondiale sono
Moulinex, Ariete, Kenwood, Kitchen Aid e Ariete.
Il prezzo può variare notevolmente ma in linea di massima l’oscillazione tra i 20 e i 70 euro.

L’offerta di tritatutto da parte del mercato, oggigiorno, è davvero molto ampia, per cui consigliamo di informarsi bene su internet prima di acquistarne uno, perché ci sono tante piccole grandi caratteristiche che possono differenziare un modello da un altro ed ovviamente al variare di queste caratteristiche e al variare della tipologia dei materiali, varierà anche il prezzo come diretta conseguenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *