Le mappe e le carte si basano sul principio della riduzione. In basa a questa “legge”, tutto ciò che è rappresentato viene reso più piccolo, senza alterarne mai la proposizioni. In questo modo, il mondo diventa “tascabile”, ma resta sempre “vero”! Prova anche tu a eseguire questa operazione, partendo dalla fotocopia di un’ immagine aerea.

Una volta recuperata la fotocopia del paesaggio che hai scelto per disegnare la tua cartina traccia con il righello delle linee parallele orizzontali e verticali, distanti l’ una dall’ altra circa quattro centimetri. Su un foglio bianco riporta la stesa quadrettatura, “restringendo” la distanza tra le linee parallele a circa due centimetri.

Dopo aver individuato molti punti (alberi, case, strade…) sulla fotocopia riportali sull’ altro foglio, cercando di rispettare le proporzioni tra le distanze. Cerca di realizzare questo passaggio nella maniera più precisa possibile, ne va della buona riuscita del progetto. Congiungendo i punti che hai segnato sul foglio ottieni, ridotto della metà, il paesaggio della fotocopia.

Puoi anche divertirti ad individuare gli incroci stradali, le strade più importanti, i passaggi pedonali e realizzare dei veri e propri simboli per indicare la segnaletica. In questo modo imparerai divertendoti con i tuoi amici la segnaletica stradale. Quando sarai diventato veramente bravo potrai riprodurre addirittura il tuo quartiere nelle sue dimensioni in scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *